Candy Candy: la star della Casa di Pony
di Valerio

Titolo originale
Anno di uscita (in Italia)
Ideatore
Episodi
Sigla


 


NOTE DI COSTUME
Dalla Casa di Pony...alla Suprema Corte

Nessuno avrebbe scommesso, nel lontano 1975, che un normale fumetto sarebbe diventato, pochi anni più tardi, uno dei più clamorosi successi mediatici animati. Come è stato possibile? Bastò far diventare il fumetto un cartone, convincendo la sceneggiatrice, Keiko Nagita, a trasferire la sua idea in vicenda animata. Finita qui? Non proprio. A chi affidare la creazione del cartone animato, che non è proprio la stessa cosa che realizzare un fumetto? La Toei Animation, casa editrice, affidò il tutto alla disegnatrice Yumiko Igarashi, dotata di una penna magica, un Re Mida dell'animazione. La serie venne creata per l'esportazione, con caratteri rigorosamente occidentali, prodotto perfetto per Europa, Americhe e, se possibile, qualche altro pianeta del sistema solare. Il risultato è un prodotto che girò il mondo creando intorno a sé un business da cifre stellari, se si comprendono gadgets, diritti televisivi e il vortice di fans che mosse la biondina di Casa Pony. Il punto sta proprio in questo non trascurabile dettaglio: a chi vanno i diritti che fruttano soldini in quantità inattese? Alla sceneggiatrice o alla disegnatrice? Per farla breve: spettano a chi ha ideato la vicenda (la sceneggiatrice) o a chi ha creato i volti dei nostri beniamini (la disegnatrice)? La sentenza, non facile da pronunciare, era affidata alla Suprema Corte del Giappone (più o meno la Corte di Cassazione nostrana): sembra che il merito sia stato diviso a metà. Chi s'accontenta gode. La lite ha impedito per anni di far continuare una saga dal sapore più di un'odissea che di un cartone per i più piccini.

Crescere a pane e Candy Candy

La serie in Italia riscosse un successo che nessuna serie è riuscita più ad eguagliare. Candy divenne per le giovani adolescenti quello che per i ragazzi era diventato pochi anni prima Actarus di Goldrake: una beniamina di tale longevità da far nascere riviste ad hoc con l'unico obiettivo di continuare il più possibile a raccontare le vicende sentimentali dell'orfanella con Terence Granchester. Una popolarità di tale rilievo da indurre le case editrici a lottare per accaparrarsi i diritti sulla serie e pubblicare il fumetto delle sue vicissitudini attraverso innumerevoli uscite settimanali. Solo le citate controversie legali fermarono l'inarrestabile successo della saga nata dalla Casa di Pony e finita nelle edicole di mezzo mondo. Il cartone venne tradotto in tante lingue quante se ne contano in Europa, Asia, Americhe, oltre il Paese del Sol Levante: solo Atlas Ufo robot aveva raggiunto simili (trans)oceanici traguardi.

I gioielli di Yumiko Igarashi

Date le comuni origini (quanto all'autrice dei disegni, s'intende), tentiamo l'inedito esperimento di confrontare due serie che hanno più di un aspetto in comune. Come necessaria premessa, dobbiamo precisare alcuni particolari non da poco.

La serie di Candy è rimasta il simbolo dell'adolescenza (femminile e non) degli anni '70 e '80, facendo da apri-pista per le innumerevoli serie (imitazioni è il termine esatto) successive. A ben vedere, nessuna altra beniamina di carta è riuscita ad ottenere la stessa oceanica popolarità che riscosse Candy. La stessa disegnatrice provò a ripetersi qualche anno dopo con Georgie (senza lotte in tribunale), ma la bimba australiana dalle nobili origini fece più scalpore per le censure operate sul disegno, che per la popolarità da cui fu circondata.

Non ultimo, è appena il caso di sottolinearlo, la durata delle serie è alquanto differente: per vedere Candy servono più di 38 ore di visione continuativa; per vedere Georgie ne bastano 15. Questo raffronto "a tempo" dovrebbe rendere l'idea della consistenza delle due produzioni. I meno amanti del romanticismo animato preferiranno la seconda alla prima, con conseguente minor dispendio di tempo per vedere l'intera serie.

Abbiamo cercato così dei parallelismi tra i due cartoni, ottenendone questo risultato, i cui giudizi lasciamo (molto volentieri) ai lettori appassionati del genere



Due storie a confronto

Candy
Georgie
Le origini
nasce agli inizi del novecento, negli Stati Uniti, trovata davanti alla Casa di Pony. Viene allevata fino a dieci anni dalle responsabili dell'orfanotrofio. nasce in Inghilterra intorno al 1870, ma la famiglia viene esiliata e la madre deve affidarla in punto di morte alla famiglia che l'adotterà, in Australia.
L'infanzia
vive con la serenità di ogni bambina nella sua grande famiglia: Miss Pony e Suor Maria fungono da madri, l'albero della collina le fa da padre, suoi fratelli sono i bambini orfani che la circondano. cresce con i coniugi Butman. Suoi fratelli sono Abel e Arthur, che la vivono come sorella fin quando non si rendono conto che nutrono per lei identici sentimenti, non proprio fraterni.
Gli amori
conosce e s'innamora di Anthony, che scopre abitare a Lakewood, in Colorado. Accetta di essere adottata dai Legan, che vivono nelle vicinanze. conosce e s'innamora di Lowell Gray promesso sposo di Elisa Dangering. Con lui decide di costruire un futuro comune a Londra.
Il trauma
Perde Anthony per uno sfortunato incidente a cavallo. Così decide di cambiare vita, tornando alla Casa di Pony. tornata dal terzo incontro con Lowell, le viene rivelato dalla madre il suo vero passato di trovatella. Decide di lasciare l'Australia e di raggiungere Lowell a Londra.
Le amarezze
Conosce Terence ma deve rinunciare a vederlo per la presenza di Susanna, givoane attrice. La precaria salute di Lowell la costringe a tornare sui suoi passi, affidandola alla nobile Elisa
Il finale televisivo
Scopre che Albert e lo zio William sono la stessa persona e può tornare alla Casa di Pony dove apprende che Susanna ha lasciato libero Terence. Decide di tornare in Australia con i fratelli, dopo aver finalmente abbracciato il padre, il Conte Gerald.
Il finale nel fumetto
Vive con Albert che le è sempre stato vicino e che ora sa essere il suo benefattore. Essendo stato ucciso Abel dal quale aspetta un bambino, fugge in Australia con Arthur per rimanervi con il piccolo Abel Junior.
Animali fedeli
Il piccolo procione Clean l'accompagna ovunque Viene accompagnata dal fedele William Adam Junior il cane di Kevin.


L'AMBIENTAZIONE

I luoghi della serie:

  • Il Colorado: la stessa Candy afferma di essere cresciuta nello Stato del Colorado. Non si di preciso dove venga situata la collina di Pony, ma sappiamo che gli Andrew vivono nella cittadina di Lakewood. Quando la protagonista incontra Anthony egli non pare essere arrivato nei pressi dell'orfanotrofio con mezzi di trasporto. Ne deduciamo che l'immaginaria collina si trovi nelle vicinanze della cittadina. Gli stessi Bryton e i Legan, che vi si recano per adottare i bambini, non pare facciano molta strada per arrivarci.
  • Dal Colorado al Messico: Candy viene accusata di furto e costretta alla partenza per il Messico. Il tragitto è ostico, anche perché le zone che dividono lo Stato del Colorado alla frontiera messicana non sono proprio ospitali. Ma la ragazza non arriva a destinazione: dopo varie vicissitudini arriva in una stazione ferroviaria e si ritrova di nuovo a Lakewood alla residenza degli Andrew.
  • Ritorno alla Casa di Pony: con la morte di Anthony, la ragazza fa ritorno da Miss Pony. Ma rimane poco tempo.
  • La Royal Saint-Paul School di Londra: gli Andrew la fanno trasferire a Londra, per ricevere un'istruzione.
  • Ritorno in America: fuggita dalla scuola, Candy torna in Colorado. Qui scopre di voler fare l'infermiera.
  • L'Ospedale di Saint Joseph: la scuola Marry Jane. Candy svolge tirocinio per diventare infermiera professionale.
  • L'Ospedale Santa Joanna a Chicago: Candy viene trasferita per appremdere le tecniche di chirurgia.
  • Grey Town: su consiglio del direttore Leonard, accetta l'incarico per l'infermeria vicino la ferrovia in costruzione.
  • Chicago e di nuovo il Colorado: rientra dopo la trasferta alla casa di Pony.

    Il tempo della serie:
    In tutta la serie nessun personaggio fornisce esplicitamente l'anno di collocazione degli eventi. Tuttavia possiamo ricavarne i dati da quanto accade:

  • Il viaggio in Inghilterra a bordo del transatlantico Maurithania: la nave iniziò a navigare nel 1906. All'epoca dell'affondamento del Titanic (nel 1912) l'imbarcazione era la più grande mai esistita. Candy ha almeno 12 anni quando si imbarca: ce lo comunica l'inserviente che l'ha cercata con Anthony, poco tempo prima. Il viaggio della protagonista non è quello inaugurale per la nave.
  • Lo scoppio della Prima Guerra Mondiale: dai libri di storia contemporanea sappiamo che il conflitto prese inizio dall'uccisione dell'Arciduca Francesco Ferdinando a Sarajevo. Il fatto avvenne il 28 giugno del 1914.
  • Il viaggio da clandestini: Candy afferma di essere coetanea del suo "collega" clandestino Kuky col quale è imbarcata sulla Sea Gull. Se la ragazza ha 15 anni e di lì a poco inizierà la scuola per infermieri, deduciamo che viene lasciata davanti alla Casa di Pony nell'anno 1899. Siamo in inverno, perché nevica e viene vista dal piccolo Tom.
  • Le automobili: Stear, Neal Legan e Albert, viaggiano in auto rudimentali ma moderne. Le prime auto si videro verso la fine dell'800, ma quelle della serie potrebbero essere piccoli "stratagemmi" per dare colore ad alcuni episodi della serie.
    A voler dare un'età agli eventi che si svolgono, potremmo approssimativamente affermare che siamo (Candy viene ritrovata) tra il 1898-1899, arrivando fino al 1914, dato che nel 115° episodio non si dice nulla sulla conclusione del conflitto mondiale, avvenuto nel 1918.

    LA TRAMA

    Candy viene trovata davanti alla Casa di Pony ed allevata dalle due responsabili Miss Pony e Suor Maria. La conoscenza di un giovane elegante e raffinato in abito scozese la convince ad accettare l'adozione da parte della famiglia Legan, come dama di compagnia della giovane Iriza. Candy, infatti, sa che la residenza della famiglia non dista molto dal "Cancello dell Rose" dove abita il suo "principe". La permanenza dai Legan di rivela difficoltosa per via dell'avversione innata che i figli Neal ed Iriza sentono verso di lei. Dopo un'interminabile trafila di umiliazioni e trame ordite contro la piccola orfanella, la signora Legan, complice dei figli, decide di farla trasferire in Messico, nella tenuta secondaria di famiglia.

    Il viaggio in Messico non si conclude: Candy viene portata di nuovo in Colorado da un emissario dello zio William, che nel frattempo ha deciso di adottarla, facendola diventare membro della famiglia Andrew. Qui può godere della felice compagnia di Stear, Arcy, Anthony, nipoti della più anziana appartenente al casato, la zia Elroy. Candy rivede in Anthony il suo "principe" e se innamora. Tra i due giovani non fa in tempo ad esplicitarsi un sentimento, perché durante una battuta di caccia il giovane Anthony muore, cadendo da cavallo. La vita di Candy si svuota, e la ragazza decide di far ritorno al suo orfanotrofio.

    La permanenza alla Casa di Pony è breve: il suo intento di prendersi cura dei bambini per tutta la vita è vanificata dagli inviti delle responsabili a formarsi un'istruzione prima di prendersi serie responsabilità. Per assecondare i consigli di Miss Pony, Candy accetta l'invito di George, agli ordini dello zio William, di recarsi a Londra, alla Saint-Paul School.

    In nave conosce un enigmatico giovane, dall'aria un po' altezzosa, ma elegante e raffinato, Terence Granchester, del quale s'innamorerà. Nella nuova scuola stringe amicizia con Patty e ritrova la "sorella" d'adozione Annie che anni prima era stata adottata dalla famiglia Bryton. Purtroppo a tenerle sgradita compagnia c'è anche la perfida Iriza la quale, invidiosa del rapporto instaurato con l'affascinante Terence, ordisce altri piani più o meno insidiosi, per liberarsi di lei. Uno di questi è architettato così ingegnosamente da convincere la Direttrice della scuola, Suor Grey, a decretare l'espulsione dal collegio della ragazza protagonista. Terence, infuriato per la decisione iniqua e sommaria, lascia per primo l'istituto e si reimbarca per l'America. Candy, ormai decisa a lasciare la scuola, lo segue, ma a distanza di giorni, priva com'è del denaro necessario a pagare il viaggio oltreoceano.

    Rientrata negli Stati Uniti, si ritrova di nuovo nella casa di sempre, quella Miss Pony, ma anche stavolta parte a breve. Invitata dal medico del villaggio a lavorare con lui, le nasce la passione per la medicina e decide di iscriversi alla Marry Jane, dove svolgerà tirocinio per alcuni mesi.

    La direttrice la sceglie per approfondire le conoscenze chirurgiche e la manda a Chicago, dove sarà più vicina a Terence, ormai diventato una stella emergente del teatro americano. Proprio Terence, però, è desiderato fortemente da Susanna, promettente attrice, che è segretamente innamorata di lui. Durante le prove dello spettacolo in scena a New York, la ragazza rischia la propria vita per salvarlo da uno spiacevole incidente e rimane priva di una gamba. Terence vive un terribile conflitto: ignorare il gesto della donna che lo ama e tornare da Candy o premiarla rimanendo con lei e perdendo Candy? Candy stessa decide per loro, rinunciando per prima al suo sentimento verso di lui.

    Pur di dimenticare, Candy accetta gli incarichi più difficoltosi, fin quando da lei non arriva quell'Albert di cui aveva perso le tracce, partito per l'Africa anni prima. La memoria perduta in seguito ad un incidente occorsogli sulla via del ritorno in America comincia a ritornare, mentre gli eventi precipitano: Stear rimane ucciso in guerra, Annie trova la compagnia di Arcy che amava da tempo. Candy è vittima costante delle manovre diaboliche dei fratelli Legan che si chiudono solo al ritorno dello zio William, lo stesso Albert. Solo la Casa di Pony può restituirle quella serenità perduta, magari sapendo che Terence ha lasciato Susanna per tornare da lei.


    Personaggi
    Le voci

    Dietro la protagonista: Laura Boccanera

    In questa serie, ancora più che in altre, diventò essenziale il ruolo della doppiatrice della protagonista,
    Laura Boccanera. La prova della professionista, oggi arrivata all'apice dell'affermazione professionale, nel lontano 1980 (nemmeno ventenne) fece diventare popolarissimo il personaggio, sfoggiando una capacità recitativa stupefacente e qualità vocali da incorniciare. Si può non apprezzare il genere trattato dalla serie, essenzialmente una soap opera animata, ma è innegabile la qualità della prova fornita da questa straordinaria doppiatrice.

  • Annie - Susanna Fassetta
  • Miss Pony - Laura carli
  • Suor Maria - Alba Cardilli
  • Anthony - Marco Guadagno
  • Arcy - Sergio Luzi
  • Stear - Fabio Boccanera
  • Terence - Massimo Rossi
  • Albert - Guido Sagliocca
  • Patty - Cinzia De Carolis
  • Iriza - Laura Lenghi
  • Zia Elroy - Anna Teresa Eugeni

    Candy (in Andrew)
    Personaggio cult degli anni '80. Il fascino della ragazzina bionda è tuttora insuperato. Si contano alcune decine di imitazioni, e grossolani tentativi di ricalcarne i lineamenti, senza alcun successo. Questa orfanella dal cuore puro e dai sentimenti genuini fece piangere, commuovere, sospirare, sorridere, sognare, il pubblico di tutta Europa. Nel bel Paese, che più da vicino ci riguarda, venne amata da subito, complici le sue caratteristiche "diverse".

    Purezza di spirito e fiducia ad oltranza: questa vivace adolescente di primo novecento è incapace di malizia, di pensieri cattivi sul prossimo, persino la menzogna sulle sue labbra diventa una specie di malcelata verità. La genuinità delle sue azioni va oltre la cattiveria dei personaggi che incontra: rapitori, alcolisti, grezzi minatori, marinai senza scrupoli, persino gli assassini passano sotto il filtro ottimistico del suo sguardo. Candy apre una porta nell'animo di ognuno e fa arrivare la luce della speranza dove c'era solo il buio della disperazione. Lo spettatore rimane spiazzato dallo spirito combattivo ma non violento, tenace ma mai intrattabile, dignitoso ma mai altezzoso.

    La sfida alle avversità: questa ragazzina, più della sua giovane "cuginetta" Georgie vive tutte le avversità che una vita apparentemente crudele le presenta davanti. Si comincia da subito: abbandonata davanti ad un orfanotrofio, durante una nevicata in un freddo mese invernale (dicembre?). Chi ha visto la serie conosce il resto, inutile rievocare una vicenda che tutti, più o meno, conoscono. La resistenza nelle avversità è uno tra i temi principali della serie, ne rappresenta il filone portante, forse più dell'abbagliante ma meno significativo sfondo romantico.

    Gli amori: per quanto inviso al pubblico maschile incline alla strategia e al combattimento, il tema sentimentale prende una fetta non irrilevante del personaggio. Candy è l'ideale di giovane pura e sognatrice: a 5 anni conosce il "suo principe", si trasferisce dai Legan per conoscerlo meglio. Accetta ogni diabolico piano contro di lei per amore: si vede che i sospiri della lontananza affettiva pesano più della malizia dei fratellini frustrati dalla vuota vita da nobili. Ma nemmeno il suo sentimento verso l'uomo che ama le regala momenti particolarmente fortunati: Anthony si spegne precocemente e il successivo amante Terence finisce nelle spire dei conflitti psicologici, in un dramma shakespeariano più vissuto che recitato sul palco. Rimane la sola consolazione di sapere che il fantomatico zio William e quell'Albert tanto caro, ma (ahilei) considerato più un fratellone che un vero amante.

    Rimane altro? Sì l'affetto degli inseparabili amici: Arcy, che si è accorto quasi per errore che Annie è innamorata di lui e tutti i fratellini di Casa Pony. Mica poco. Più di tutti rimangono i fans e la memoria di lei, difficilmente cancellabile. Ogni sbianchetto è risultato inefficace e sono passati 27 anni..

    Annie (in Bryton)
    Fragile, insicura, timida. Lei stessa ammette di vivere di riflesso sull'amichetta trovata lo stesso giorno. Che coincidenze.. Viene adottata dalla famiglia Bryton, persone gentili e oneste, ma schiave dello stesso male di tanti nobili: il buon nome. Per questo la ragazzina è costretta a fingere: di non conoscere Candy, di non essere orfana, di non provenire dalla Casa di Pony. Un po' troppo. E' come tentare di essere ciò che non si è. Allora questo fragile turacciolo messo lì per evitare disonori alla famiglia magnanima (davvero?) resiste fin quando non viene stappato con violenza. Più forte del dovere è l'amore (di nuovo protagonista): l'amica del cuore sembra portarle via l'amato Arcibald Cornwell. Meglio dunque sguinzagliare l'energia dell'orgoglio mai sopito e riprendersi ciò che era sembrato (Candy traditrice..no!) fatalmente sottratto. Da allora, chiarito l'equivoco, è tutto finito. Le due gemelline di Casa Pony ritornano tali e vivranno come desiderano (forse).

    Miss Pony
    Questa tenera madre dal cuore grande quanto l'orfanotrofio che gestisce diventa il simbolo della sensibilità e della lealtà. Niente la può far disperare, nemmeno le acrobazie da maschiaccio di Candy, nemmeno quelle la turbano: servono per crescere e maturare. Ma la nostra "madre comune" non è affatto imperturbabile, proprio no. Si commuove quando la Casa di Pony perde qualche figlioletto per strada, adottato o travolto dalle tragedie (càpitano) della vita. C'è da disperarsi a perdere una mammina del genere: ne sa qualcosa Candy quando trova una croce burlona sulla collina della sua infanzia che reca il nome dell'anziana direttrice: sono lacrime a fontana, quelle straordinariamente vere di Laura Boccanera. Insuperabile.


    Suor Maria
    La prima (e sola) religiosa della serie. Già. Purtroppo solo lei si salva dalla terribile epidemia delle convenienze e delle scelte ragionate e pilotate dalla politica dell'egoismo più o meno imperante. La Suora dal volto delicato e generoso, che pur di allietare l'infanzia dei suoi figlioletti (di fede, s'intende), concede strappi alle regole e chiude più di un occhio sulla rigidità dei comandi della collega. Chi mai ha desiderato una spiritualità più libera di questa. Invidiabile.

    Anthony
    Anche se verrebbe spontaneo, non possiamo appioppargli un cognome che non ha. Non può essere un Andrew: è figlio della sorella di Albert. Giusto? Se la sorella è una Andrew deve aver sposato un nobile con altro cognome. Lasciamo perdere i dettagli genealogici.
    Il bel ragazzo che ricorda senza troppi sforzi mnemonici Lowell Gray di "mamma Igarashi", ha tutto ciò che si cerca in un Principe Azzurro, a cominciare dagli occhi. Dolce, sensibile, delicato, amante dei fiori, all'occorrenza bravo anche a cavalcare e a menar le mani. Candy non può volere nulla di più. Infatti proprio non vuole nessun altro. Peccato che una cartomante di città abbia tragicamente profetizzato la sua prematura scomparsa. Il paradosso è che l'unico a non credere a quella carta malefica è proprio lui. Una tagliola per volpi diventa una tagliola per il suo triste destino. Per questa Candy proprio non c'è pace, le rimane solo la rosa Dolce Candy a lei dedicata dal ragazzo che l'amava (non gliel'ha mai detto, non ha fatto in tempo).

    Stear Cornwell
    Il genietto di casa Andrew. Ne inventa di tutti i colori e qualche volta le azzecca. La sua prima invenzione (in ordine di comparsa, ovvio) è un'automobile: unico difetto, parte da sola. Per essere nei primi del novecento non è male. Ci spiegherà come ha fatto: nessuno ci è mai riuscito. Tra le sue trovate abbiamo un pallone aerostatico che recapita lettere alla casa sbagliata; una macchina della verità che in realtà è una torcia; un aeroplano che inaugura per festeggiare l'amichetta Candy diplomata e che esplode dopo che i due si sono salvati. Non si salva lui, però, quando parte volontario per la Francia. Il suo aereo vola, ma il nemico fa sul serio. Rimane di lui un carillon, dalla melodia incredibilmente delicata ed inquietante al tempo stesso. Candy la regala a Patty, chissà se saprà davvero risollevarla.

    Arcibald Cornwell
    Non è un genietto come il fratellino. E' un fermo patriota, lo dimostrano i suoi scontri con Terence che non le risparmia al Nuovo Continente. Anche se non si vede, è perdutamente innamorato della piccola Candy, che però lo vive come un prezioso amico. Quando si accorge che non c'è proprio nulla da fare, si accorge che Annie lo desidera da tempo: un tempo si diceva "meglio tardi che mai".

    Albert William Andrew
    Quando i genitori morirono era troppo piccolo per gestire l'ingente patrimonio di casa Andrew. La zia Elroy decise di affidarlo ad un tutore, ma lui, amante della vita all'aperto, si diede alla cura degli animali finché non fosse arrivato il tempo di occuparsi delle cose di famglia. Nobile, generoso, affascinante, amante degli animali. Proprio non manca nulla. Candy ci si affeziona immediatamente: caduta in acqua, trova lo zio William (ma lei non lo sa) a salvarla. Non finisce qui. Come un leggendario Zorro mascherato (e che maschera, si fa credere vagabondo..!) la tira fuori dai guai, fin quando la "ruota" non gira ed è lei a dover aiutare il nobile Andrew. Nell'incidente ferroviario ha perso la memoria e l'unico modo per riacquistarla è avere pazienza. Candy ne ha da vendere, soprattutto da quando si è rassegnata a dover dimenticare Terence. Così la neo-infermiera si rimbocca le maniche e ricambia senza saperlo il suo benefattore. Faceva bene il fumetto a lasciarli in coppia vita natural durante.

    Terence Granchester
    Lui. Ribelle, irriverente, anarchico, nobile per ereditarietà. Si presenta male: Tarzan tutte lentiggini rinomina Candy. Nel gioco del gatto e del topo lui nasce topo e (gli scherzi del destino..) finisce gatto. Della sua aria di superiorità si innamora perdutamente proprio la sua "amichetta lentigginosa", che lo schiaffeggia perché fuma, beve, infrange tutte le regole, persino quelle della cavalleria di inizi novecento: un bel bacio non autorizzato anche se molto gradito a Candy.
    Non è finita per lui, anzi, è solo iniziata. Si offre volontario per l'espulsione dal collegio al posto di Candy, non prima di aver infranto l'ultima regola di galanteria con Iriza: uno sputo condiviso dal pubblico di tutta Europa e dintorni.
    Allora via da Londra, alla ricerca della propria identità sul palcoscenico, come la madre Eleonore. Purtroppo il dramma vero lo vivrà lui sul palcoscenico della propria vita. Da topo in amore, diventa gatto nella vita: obbligato a rincorrere la fortuna che l'ha lasciato anni prima, ai tempi della scuola Saint-Paul. Ora deve decidere: o Susanna che a malapena si regge sulla gamba che le rimane, o Candy che lo ama e che lui ama, ma che il destino crudele gli impedisce di stringere tra le braccia. Il problema è morale: Terence è troppo nobile per abbandonare chi gli ha salvato la vita. Il brutto inghippo è risolto (si fa per dire) dagli editori italiani che incollano all'ultimo episodio (e molto alla buona) un atto di francescana misericordia della povera Susanna e fanno uscire il bel Granchester dalla terribile prigione del rimorso. Comodo, ma poco credibile.

    Flanny Hamilton
    Rientra di diritto tra i personaggi della serie l'Iceberg dell'Ospedale Saint-Joseph. Non tanto e non solo per il suo fare distante e austero (ci ricorda Oscar, non a caso la voce è di Cinzia De Carolis), quanto per il suo eroico spirito umanitario. Un personaggio complesso e affascinante al tempo stesso: non si sa quale fine gli riservi la sceneggiatura, che per pensare agli intrighi di cuore della protagonista si "dimentica" dell'infermiera più valida ed efficente della Marry Jane. A noi poco interessa della dimenticanza. Flanny è una professionista in gamba, una ragazza solo apparentemente gelida. Proprio una Oscar uscita temporaneamente dalla sua serie.

    Signora Legan
    Cominciano le note dolenti. Prima o poi dovevano arrivare. Questa signora, povera nobile piena di denari, rappresenta l'emblema della nobiltà in totale decadimento morale. Il lato economico poco conta. La sua miseria interiore arriva al punto da dover adottare la piccola Candy pur di procurare alla figlia un giocattolo umano su cui rifarsi per colmare il vuoto e l'aridità che caratterizza i nobili della serie. Incapace di educare, complice della perfidia della figlia, succube della stessa tela che tesse contro la malcapitata ragazzina adottata, questa donna è l'immagine speculare e malvagia della madre comune di cui sopra (Miss Pony)

    Iriza Legan
    Parlando di anti-eroi, la Igarashi probabilmente a lei si ispira disegnando la Elisa di casa Dangering. Questa inguaribile anti-Candy, è tanto soffocata dal suo oceanico complesso di inferiorità, che vive pensando costantemente a come procurarle guai. Sembra tuttavia essere la più profonda ammiratrice dell'orfanella che perseguita: le piacciono gli uomini di cui Candy si innamora, frequenta la stessa scuola, assiste agli stessi spettacoli..una vera predilezione. Attenzione a maltrattare troppo questo odioso personaggio: se non ci fosse, la serie diventerebbe davvero noiosa. L'episodio "La diabolica trappola di Iriza" rappresenta l'apice della sua perfida genialità.
    Solo un genuino anarchico come Terence poteva arrivare al gesto tanto plateale quanto atteso, per salutarla nel migliore nei modi.

    Neal Legan
    Fratellino più piccolo dei Legan. Non è solo il più piccolo, è proprio piccolo interiormente. Supera quasi la sorella per la mediocrità della sua natura. Meschino, irriconoscente, ipocrita, debole. Purtroppo sono finiti gli aggettivi. Riesce a servirsi di quattro compagni per circondare la malcapitata Candy e malmenarla. Peccato per lui che intervenga il paladino dei deboli, Terence, a rimettere giustizia al mondo. Nemmeno i suoi sentimenti hanno la parvenza della genuinità: l'ultimo diabolico piano di matrimonio con Candy fallisce grazie all'intervento dell'altro benefattore Zio William.

    Suor Grey
    Mancava una nota nella melodia stonata dei religiosi della serie. L'anti-Suor Maria per antonomasia. L'abito che porta contraddice lo spirito che dovrebbe accompagnarlo. Emblema di religiosità ipocrita e farisaica, Suor Grey riceve musica per le sue orecchie da Terence (e chi senno?). In una scena da incorniciare per dialoghi e scenografie, il rampollo di casa Granchester le spiattella tutte le ipocrisie di una religiosità rimasta vittima dell'errata prospettiva ecclesiastica.
    Non che la piccola orfanella di Casa Pony gliele risparmi: quando vieta di ospitare la tartaruga Evelyn, dopo aver rifiutato Clean, la ragazza proprio non ne può più, poco importano le punizioni. Vale più la regola fine a se stessa della finalità del precetto stesso? Intollerabile. L'evangelizzazione della Sorella non funziona. Preferisce essere evangelizzata dai sussidi del duca di Granchester e sacrificare alla ragion comune la malcapitata orfanella. Terence non tollera l'ipocrisia e si auto-infligge la stessa punizione che è toccata alla donna che ama. Come dargli torto..

    Marry Jane
    Esordisce con uno stratagemma che pochi avrebbero pensato: altro che esami di maturità..si direbbe un esame di umanità. La futura infermiera accetta e supera brillantemente. Poi sfoggia ampie qualità sul campo. La direttrice apprezza e condivide ma la ribattezza Sbadatella. Male non le sta. Rimane un personaggio essenzilmente positivo, tenace, austero ma umano, inflessibile ma umana. Meriterebbe una promozione, ma è già direttrice, di più non si può.

    Patty
    Ultima componente della compagnia della nostra beniamina. Inizialmente si schiera tra le diffidenti, poi la nonna Marta la convince che si sbaglia. Candy è proprio speciale. Anche lei merita una statuetta d'oro per la sfortuna: si innamora del ragazzo che morirà in guerra. Lei l'aveva avvisato, ma lui non sente ragioni e parte, dando l'addio (lo sapeva già, che genietto..) alla sua Candy. Le rimane solo il carillon, regalo dell'amica del cuore.

    Zia Elroy
    Inizia male la più anziana appartenente degli Andrew, finisce peggio. Annega nella sua stessa nobiltà ottusa e miope. La sua ferrea tradizione si infrange contro la vivacità dei nipotini di casa. Non aveva calcolato l'adozione da parte del nipote William Albert e la sua vita si sconvolge. Gli eventi la travolgono, non sa far fronte alle novità dei tempi e soccombe. Alla fine pone la classica "ciliegina" sulla torta ormai salata della sua famiglia: avalla un matrimonio-farsa, cadendo nella trappola nemmeno troppo ben costruita dei Legan. Ci vuole Albert William Andrew a riportare decenza e buon senso.

    Clean
    Finalmente si può tirare un sano e meritato sospiro di sollievo dopo tante disavventure e sgradevoli personaggi. Il fedele amico di Candy è un procione che, a ben vedere, ha le sembianze fedeli alla sua specie, ma i comportamenti molto vicini a quelli di un ottimo cane di compagnia. Ascolta alla lettera le indicazioni della padroncina, la difende dai malintenzionati, fa da guida agli amici disorientati. Ma non è il caso di star lì a sottilizzare: una bestiola che guasterebbe avere al proprio fianco quando si è soli e, maragi, in difficoltà.


    LA RECENSIONE

    Insopportabilmente sentimentalista, un'interminabile soap opera; una noiosa odissea di sentimenti. Queste sono state le critiche più frequenti mosse da un pubblico probabilmente abituato a temi ed atmosfere differenti. Ma il giudizio è soggettivo e qui analizziamo (o meglio, si cerca di farlo) e non diamo voti.
    Si è accennato alla sfortunata situazione che vive la protagonista.
    Il finale: non è un segreto che la serie finisca diversamente da come originariamente si chiudeva il fumetto. Candy sta con Albert e non con Terence. Fatta l'ennesima forzatura all'originale, il conto delle serie stravolte sale a due (la prima, a scanso di equivoci, Lady Georgie). Senza voler fare scelte di campo, pare proprio che la logica con cui i personaggi sono ideati e voluti dalla sceneggiatrice porti a concludere che l'ultimo episodio alluda ad una riapertura un po' "incollata" tra la protagonista e il giovane attore. Ma queste sono questioni che non possono essere affrontate oggi, a distanza di 30 anni della prima edizione.
    La fede nelle avversità: senza rievocare parti della vicenza che sono già noti ai più, è appena il caso di sottolineare che il tema dell'avversità è senz'altro più presente delle vicissitudini sentimentali. Di più: è una costante della serie. Inonda le vicende dei personaggi minori, come la famiglia Hamliton, il piccolo Kuky e molti altri più o meno giovani conoscenti di Candy. Per non parlare dei protagonisti: Anthony muore per un incidente, Susanna viene colpita per una fatalità sul palco; lo stesso Albert perde la memoria, ma è fortunato a non rimetterci la vita, come capita per Stear. Ma non è il caso di disperare: non siamo di fronte al Festival della sventura, non in questa serie.
    La giovane protagonista sopravvive anche felicemente a tutti i dolori provati, grazie all'incrollabile convinzione che il futuro sarà migliore, che la Divina Provvidenza non l'abbandona. A ben vedere la sua fede è premiata: ogni qualvolta si trovi in difficloltà, le viene offerto un filo di manzoniana memoria che la trae fuori dai guai. La formula "magica" è proprio un composto (per nulla chimico, del tutto spirituale) fatto di fede religiosa e ottimismo.
    Esoterismo: ma il senso della serie non è tutto qui. Essa è pervasa qua e là da un serpeggiante alone di esoterismo e mistero: qualche esempio chiarirà. La cartomante che profetizza la prematura scomparsa di Anthony; la maledizione del palcoscenico, che vuole Giulietta e Romeo uniti per sempre oltre la scena; il carillon di Stear che suona fin quando il suo ideatore è in vita e si rompe appena muore. Infine la croce della felicità, senz'altro simbolo religioso indiscutibile, ma allo stesso tempo inquietante: porta gioie a chi lo possiede e lascia in balìa degli eventi chi lo abbandona. Candy lo regala a Dorothy e viene sostituita per partire al posto suo, destinazione Messico. Lo regala al rozzo Garcìa e viene rapita dal misterioso emissario degli Andrew. Ma anche l'esoterismo serve ai disegni provvidenziali.
    Psicanalisi: la sceneggiatura, attenta e puntuale non disdegna nemmeno una strizzatina d'occhio alla piscoanalisi freudiana: Neal ed Iriza non sfigurerebbero su una poltrona di qualche valido psichiatra; la pianista ricoverata al Santa Joanna presenta evidenti disturbi da personalità schizoide quando la si coglie intenta a distruggere il pianoforte, simbolo delle imposizioni materne; la stessa Annie, infine, confessa di essere affetta da un radicato (ma non inguaribile) complesso di inferiorità verso la "sorellina" dotata di ben altro spessore caratteriale.
    I temi dela serie non finiscono nemmeno con la psicoanalisi.
    Amore unviersale: altri indiscussi protagonisti sono gli animali, in una sorta di abbraccio francescano al creato, nella sua totalità. Dal primo all'ultimo episodio è Clean il protagonista del grande popolo di creature non-umane; poi l'elenco si estende, includendo specie che riempirebbero anche la più moderna e capiente Arca di Noè. Citiamo solo per sintesi: la tartaruga di Patty, Evelyn; il cane del signor Mc Gregor, Mina; la puzzola di Albert, Pupy, con la schiera dei suoi compagni di viaggio; il vitello vinto da Anthony al rodeo; il leone fuggito dallo zoo di Chicago. La sintesi è esemplificativa, non si chiude qui. E' Candy che offre la giusta lettura di tanta abbondanza animale: non si possono amare gli uomini se prima non si amano gli animali. La frase risuona alle orecchie della rigida Suor Grey, ma vale per chi avesse dimenticato il precetto dell'amore universale. Chi ha orecchi, intenda.
    Prodotto per bimbi e ragazzine pre-adolescenti? Forse è il caso di pensarci un po', prima di dare affrettate definizioni o giudizi privi di motivazioni fondate. Un sottoprodotto per infanti non avrebbe girato quattro continenti (l'Australia non conosce la serie?), sopravvivendo per 30 anni oltre la sua prima edizione. Come detto nell'introduzione alla
    Sezione Cartoni: ci deve essere dell'altro..e c'è ben altro.

    La frase memorabile della serie:
    Sei più bella quando ridi, che quando piangi (Il principe della collina).


    Censuriamo la censura
    Le relazioni della serie:

    Nella serie ci sono almeno tre relazioni accennate e mai esplicitate. Sono troppo lontani i tempi della serie più tagliata degli anni'80: Lady Georgie. All'epoca di Candy sono ancora troppi i tabù (se si vuole, le ipocrisie) o i timori, perché si possano evidenziare realtà che, pur note al pubblico, era preferibile far immaginare senza mostrarle in modo palese. I cartoni animati non si scostarono da questo costume editoriale: scene di nudo, baci, violenze esplicite venivano tagliate dalla produzione e nemmeno doppiate. Così risultava un originale con alcune scene che nei Paesi che acquistavano il prodotto non veniva pubblicato. Questo per non parlare delle scelte dell'emittente televisiva che sceglieva di eliminare scene o episodi interi, ritenuti non adatti al pubblico infantile cui decideva che la serie televisiva andava rivolta.
    Candy è uno dei primi cartoni animati ad approdare sul piccolo schermo e l'argomento trattato a volte veniva ritenuto delicato per i milioni di preadolescenti che si inchiodavano allo schermo per seguirne le vicende. Fotogrammi come quelli che mostriamo erano arditi per l'epoca, suscitavano scalpore e curiosità non solo al pubblico giovane, ma anche ai meno giovani, che in un modo o nell'altro venivano coinvolti dall'evento mediatico.


    Non si sa con esattezza se quanti siano stati i frammenti eliminati del cartone animato. Sappiamo solo che della compagnia iniziale della serie hanno una relazione certa: Arcy con Annie, Stear con Patty e Terence con Susanna. Quella tra Candy e Terence è documentata.


    EPISODI
    Nota di redazione

    Gli episodi evidenziati in rosso sono approfonditi nella sottosezione Rivediamoli insieme.

    L'edizione italiana di Candy Candy si compone di 115 episodi:

    1° episodio: Il compleanno di Candy

    Candy, con la piccola Annie, viene trovata davanti alla Casa di Pony, un piccolo orfanotrofio di montagna. Qui crescono come sorelle le due bambine trovate lo stesso giono. Intanto Tom, uno dei bambini, viene adottato e parte con la nuova famiglia.

    2° episodio: Il picnic di Candy e Annie

    Candy ed Annie decidono di regalarsi una gita con picnic per una giornata. Per un incidente cadono nel fiume che scorre nelle vicinanze e vengono soccorse dalla gentile famiglia Bryton, che vive vicino alla Casa di Pony. Qui Annie crede di aver trovato i suoi genitori ideali, ma deve separarsi da Candy che non accetta l'idea di restare presso di loro. La separazione dura una sola notte.

    3° episodio: Addio Annie

    I Bryton tornano alla Casa di Pony per adottare Candy, ma la vivace bambina trova un modo per dissuadere i suoi potenziali genitori. Annie, al contrario, che desidera fortemente una famiglia, accetta la proposta e parte per vivere con loro.

    4° episodio: Una lettera di Annie

    Candy, dispiaciuta per la partenza dell'amica, attende impaziente una lettera della sua grande amica Annie, che il postino tuttavia non porta ancora. Nel frattempo conosce un giovane dall'aspetto gradevole e dal fare gentile, che battezza "il principe della collina". Quando sa della sua felicità in casa Bryton, la sua intenzione di trovarsi una casa si fà sempre più strada. Finalmente i Legan si offrono per prenderla in adozione.

    5° episodio: Addio amici

    Candy, sapendo che il suo principe abita nelle vicinanze, sceglie di accettare la proposta della famiglia Logan e di partire per una nuova vita. Tuttavia l'approccio con i nuovi familiari non è per niente entusiasmante. Solo la piccola Dorothy, la domestica di casa, si dimostra umana e comprensiva.

    6° episodio: La famiglia Logan

    La vita nella nuova famiglia non inizia con i migliori auspici. Neil e Iriza, figli della signora, sono ostili nei suoi confronti e non perdono occasione per tentare di metterla in difficoltà.

    7° episodio: Non sembro una signora?

    Nonostante il divieto della signora Legan, Candy decide di tenere nascosto Clean nella scuderia. Intanto il signor Legan le dimostra tutta la sua benevolenza acconsentendole di tenere il piccolo procione con sé. Nel frattempo, non distante dalla tenuta Legan, Candy conosce Arcibald un giovane simpatico con aria vagamente aristocratica.

    8° episodio: Un felice invito

    Nell'accompagnare i due fratelli Legan, Candy viene lasciata in città, dalla quale potrà tornare a casa solo a piedi. Incrocia però il fratello di Arcibald, Stear, che le offre un passaggio con sua sgangherata auto. Arrivata a casa, Candy apprende dell'invito che le è stato fatto di andare a casa Andrew. Solo Iriza rovina la felice notizia.

    9° episodio: Una magnifica festa da ballo

    Nella tenuta degli Andrew, Candy conosce anche Anthony, che sembra il principe conosciuto sulla collina della Casa di Pony. Il giorno che aspettava, finalmente, è arrivato.

    10° episodio: Dalle stelle alle stalle

    La signora Legan per invidia verso la ragazza, decide di spostarle la camera nella scuderia dei cavalli. Ciononostante, Candy riceve le visite dei tre amici Anthony, Arcie e Stear. Anche John e suor Maria vanno a trovarla, preoccupati del suo stato. La suora ha compreso il suo malessere malcelato, ma la invita a resistere alle avversità.

    11° episodio: Il regalo di Annie

    Alla tenuta dei Legan arriva la signora Bryton madre adottiva di Annie. Paradossalmente, però, le amiche di infanzia devono fingere di non conoscersi, per evitare di far pensare che Annie sia adottata. Al di là delle differenze sociali, le due ragazze sanno di essere molto vicine.

    12° episodio: Dolce Candy

    Il vaso di rose che Candy trova al suo risveglio, sono un'idea dei perfidi fratelli Legan, che le hanno tagliate per far accusare la ragazza di furto e creare litigi con Anthony. Smascherati i colpevoli, lo stesso Anthony regala a Candy una rosa cui dà il suo stesso nome.

    13° episodio: Un nuovo amico

    Un ennesimo diabolico piano dei due fratelli Legan viene sventato da Albert, che risolve molto sbrigativamente un tentativo di avvelenare i cavalli della scuderia. Candy può però rivedere Anthony e passare un'altra giornata con lui.

    14° episodio: Caro Vecchio albero

    Al suo rientro, il signor Legan decide di concedere a Candy qualche giorno di vacanza. La ragazza decide di far visita alla Casa di Pony dove scopre che l'albero storico dove si è sempre arrampicata sta per essere abbattuto per volere del signor Flanagan che vuole trapiantarlo nel suo giardino. Qualcuno dovrà convincerlo a lasciarlo dov'è.

    15° episodio: Una decisione infelice

    I fratelli Legan riescono a far accusare Candy di furto e la signora Legan coglie l'occasione per mandarla in Messico nella tenuta secondaria della famiglia, dove era inizialmente destinata Dorothy.

    16° episodio: Viaggio per un paese sconosciuto

    Mentre Candy si prepara per la partenza, Anthony e i cugini riescono a carpire cosa si nasconde dietro l'accusa di furto. Purtroppo, il viaggio di Candy viene anticipato rispetto all'orario previsto, così il piano per smascherare Neal e la sorella, fallisce.

    17° episodio: Nell'arido selvaggio West

    Il viaggio con il burbero signor Garcìa si preannuncia ostico, ma Candy non si perde d'animo. La famiglia che portano con loro in Messico conta anche un neonato, che deve essere curato. La durezza di cuore del grezzo messicano, non scoraggia la piccola, che trova il modo di aggiustare le cose.

    18° episodio: La croce della felicità

    Candy dimostra a più riprese di essere affezionata al signor Garcìa, il quale, pur gradualmente, dimostra di apprezzarne la generosità. Nulla può fare, però, quando la piccola viene rapita da un oscuro individuo in automobile.

    19° episodio: Un viaggio difficile

    Il rapitore di Candy in realtà la porta nella lussuosa tenuta del ricco nobile che vorrebbe adottarla, lo zio William. Nel frattempo, il signor Garcìa avvisa gli Andrew che la bambina non è più con lui, così Anthony con i due cugini inizia le ricerche. Candy finisce di nuovo alla tenuta degli Andrew e lì viene adottata.

    20° episodio: Candy è felice

    L'adozione da parte di William Andrew cambia radicalmente la vita di Candy che si trova proiettata in un mondo di agi e di opulenza. Persino i Legan devono inchinarsi di fronte alla nuova sua condizione sociale. Ma Candy sa che la felicittà non è nell'avere.

    21° episodio: Ali d'amore

    La nuova vita a casa Andrew si rivela meno rosea delle aspettative. Candy si vede costretta a orari ed abitudini che non le appartengono. Il suo amico John, adottato prima di lei, le fa ricordare di essere una ragazza semplice. Solo Anthony dimostra di capirla e le dà la forza che le serve.

    22° episodio: Anthony, non mi lasciare!

    Anthony viene allontanato da casa dalla zia Elroy per punizione alle sue intemperanze, ma riesce a comunicare con Candy tramite un piccione. La gara di rodeo che viene indetta, è una prova di coraggio, cui gli Andrew devono partecipare nonostante l'opposizione della zia. Il risultato è entusiasmante.

    23° episodio: Il primo appuntamento

    Il vitello vinto da Anthony al rodeo non può restare a casa, per cui occorre trovargli una sistemazione. La sua vendita frutta denaro che va speso, senza comprare nulla da portare indietro. Anthony e Candy decidono di passare in città la loro giornata e proprio qui una cartomante predice un futuro oscuro per lui.

    24° episodio: Il mio Anthony

    Come ogni anno, gli Andrew tengono una battuta di caccia. Anthony accompagna Candy, ancora inesperta. Nel cavalcare, i due si imbattono in una tagliola ed Anthony perde il controllo dell'animale: la caduta gli è fatale.

    25° episodio: Coraggio Candy

    La morte di Anthony rivoluziona la vita di Candy che perde ogni entusiasmo nel rimanere presso gli Andrew e decide di inziare tutto da capo. Torna a far visita alla vecchia Casa di Pony

    26° episodio: Papà albero sa tutto

    Tornata alla Casa di Pony, Candy fatica a riprendersi dal dolore della perdita subita. Il nuovo arrivato, Jimmy, che ha perso la madre da poco, la aiuta, nella sua iniziale ostilità, ad accettare il vuoto e a ricominciare un'altra volta.

    27° episodio: Un dono dagli angeli

    Alla vigilia di Natale Candy viene a sapere che il signor Carth Right vuole abbattere la Casa di Pony per farne pascoli. La ragazza si attiva con i bambini dell'orfanotrofio per evitare che ciò avvenga. Ne viene fuori un bel regalo di Natale.

    28° episodio: Il dolore di Candy

    Tom invita i bambini della Casa di Pony al ranch del padre. Qui la ragazza rivede Stear e Arcy che le annunciano la loro intenzione di lasciare l'America per andare a Londra. Albert, intanto, invita l'amica a trovare una ragione per vivere, senza piangere il ragazzo che ha perso.

    29° episodio: Una partenza piena di speranza

    Pur avendo deciso di rimanere alla Casa di Pony per unirsi a Miss Pony e Suor Maria, Candy riceve l'invito del signor Andrew di partire per Londra, per ricere istruzione e raggiungere un livello sociale adeguato. La ragazza, non senza conflitti e rimpianti, decide di partire e iniziare di nuovo.

    30° episodio: La lunga traversata

    La nave che deve portare Candy a Londra riceve un S.O.S. da un battello in naufragio. Il capitano Walls decide di accogliere l'appello ridardando l'arrivo a destinazione, pur sapendo che gli costerà la carriera. Infatti il più facoltoso dei passeggeri, azionista della compagnia di navigazione, chiede di non fare soste. I naufraghi vengono salvati e Candy salva la carriera del capitano.

    31° episodio: Candy a Londra

    Nell'approdare a Londra Candy conosce un giovane che sembra misterioso e malinconico. Girando per Londra è costretta a far credere morto Clean che altrimenti non potrebbe portare in collegio. Stear e Arcy la mettono in guardia sulla rigidità della vita dell'Istituto.

    32° episodio: Un'altra collina di Pony

    La vita del collegio non si preannuncia molto piacevole. Candy deve rinunciare a Clean, scovato dalle suore del collegio e costretto a rifugiarsi nel giardino circostante. Anche Iriza si ritrova nella stessa scuola e non le risparmia frasi malevole e i suoi perfidi inganni.

    33° episodio: Una strana allieva

    La nonna di Patty si introduce di nascosto a scuola per provare una volta a vivere da allieva. Candy si offre di ospitarla in camera, visto il divieto di tenere parenti in collegio. L'anziana signora fa cementare l'amicizia tra la nipotina e Candy.

    34° episodio: Una lettera di Pony

    Al collegio viene recapitata una lettera a Candy. Miss Pony le scrive raccontandole le novità. La perfidia di Iriza arriva al punto di schernirla anche per la corrispondenza che riceve. Con il fratello Neal organizza un pestaggio insieme ad altri ragazzi, ma il piano viene sventato da Terence sempre più presente e sempre più stranamente altezzoso.

    35° episodio: Una bellissima domenica

    Il giorno di libertà per tutti gli allievi della scuola è la domenica. Candy riceve l'invito del signor Bryton, padre adottivo di Annie. All'ippodromo incontra anche Terence che si dimostra più accondiscente del solito. Anche Annie entrerà nella scuola con lei.

    36° episodio: Annie torna a sorridere

    L'affetto che Arcy nutre per Candy rende triste Annie che vorrebbe maggiori attenzioni. Tuttavia, appena si scopre che anche lei viene dalla Casa di Pony, l'amicizia tra loro si rinsalda.

    37° episodio: Un incontro inatteso

    In piena notte, Candy riceve l'inattesa visita di Terence ferito per aver avuto uno scontro in città. Per procurargli le medicine, la ragazza deve andare in città violando le regole dell'Istituto, ma qui trova Albert, finito anche lui a Londra con i suoi animali.

    38° episodio: Il segreto di Terence

    Entrata per errore nella camera di Terence, Candy scopre che il ragazzo suo amico è figlio dell'attrice Eleanor Baker, celebre a Londra. La relazione, però, ignota ai più, costringe la donna a tenere segreto suo figlio e così anche Candy dovrà rispettare la promessa fatta all'amico.

    39° episodio: Il tesoro di Patty

    A maggio la Saint-Paul School tiene una festa cui partecipano da reginette, tutte le allieve nate a maggio. Purtroppo, però, Candy non potrà partecipare alla festa per il divieto di suor Grey, che la giovane allieva ha insultato dopo che la rettrice ha imposto a Patty di liberarsi della sua innocua tartaruga.

    40° episodio: E' facile uscire di prigione

    Candy per puro caso fa cadere la finestra della piccola stanza trasformata in prigione. Così riesce a portare Evelyn, la tartaruga di Patty allo zoo, da Albert che vede Terence frequentemente. Nella circostanza svela al suo cinico amico il suo vissuto con Anthony per poi fare ritorno alla sua prigione

    41° episodio: La festa di maggio

    Pur di non mancare alla festa, Candy escogita un sistema per partecipare travestendosi con abiti regalati dal signor William. Il travestimento viene scoperto da Iriza che fa il possibile per rivelare il piano alla direttrice. I suoi perfidi piani vengono sventati dall'intervento provvidenziale di Terence.

    42° episodio: Un picnic a mezzanotte

    Per visitare Arcy in prigione dopo una lite con Terence, Candy e Annie decidono di portargli un cesto di frutta. Scoperte da Suor Grey, Candy viene punita con la privazione delle vacanze. Anche in questo caso Terence riesce a toglierla dai guai.

    43° episodio: Scuola estiva sul lago

    Finita la scuola, alcune delle allieve, tra cui Candy, Annie e Patty, si trasferiscono nella sede estiva della scuola. Qui Terence ha un castello vicino il lago e Candy scopre che le è stata detta una bugìa sulle origini del ragazzo.

    44° episodio: Il vincolo del sangue

    Nonostante le sue intenzioni, Terence è costretto a riappaficiarsi con la madre. Candy gli fa comprendere il valore del rapporto filiale e lui, in cambio, la convince che non può vivere nel ricordo dell'uomo che amava.

    45° episodio: La festa di Iriza

    Dopo essere stata salvata da una caduta in acqua, Iriza approfitta per invitare Terence a casa propria, dove spera di essere al centro delle attenzioni. Purtroopo per lei, però, Candy ha già catalizzato le attenzioni del ragazzo e passa la serata con lui.

    46° episodio: L'estate è finita

    Per indurli a riappacificarsi, Candy organizza un incontro da Terence per riparare il biplano del padre. Stear con la sua ingegnosità riesce nell'intento e per festeggiare Terence invita Candy ad una passeggiata. Infine, di sua iniziativa, le dà un bacio, che lei dimostra di non gradire affatto.

    47° episodio: La diabolica trappola di Iriza

    La vendetta di Iriza per le mancate attenzioni di Terence non si fa attendere: combinando un incontro notturno tra lui e Candy, riesce a far credere ad una relazione clandestina tra i due e a far esplellere la rivale dalla scuola.

    48° episodio: Tra quattro gelide pareti

    La punizione inflitta a Candy è sproporzionata rispetto a quella data a Terence. La cosa non sfugge al ragazzo, che chiede la revoca dell'espulsione. Suor Grey rifiuta di riammetterla, così Terence decide di investire della decisione il padre, il duca di Granchester.

    49° episodio: La grande decisione di Terence

    Terence cerca l'intercessione del padre nella sgradevole vicenda che ha coinvolto la piccola amica. Tuttavia, il padre gli rifiuta il proprio sostegno e lascia solo il figlio. Terence, per nulla scoraggiato, decide di sostituirsi nella punizione inflitta alla ragazza e si auto-espelle dall'Istituto. La decisione lascia stupefatti gli allievi, ma Candy ha compreso di amarlo con tutta se stessa.

    50° episodio: Candy lascia il collegio

    Saputo dell'abbandono della scuola, il padre di Terence minaccia la direttrice di revocare gli aiuti vitali per l'Istituto. Candy, interpellata per il rapporto con il ragazzo, intercede per la scuola che può sperare negli aiuti finanziari del Duca. Tutto questo non dissuade Candy da una scelta definitiva: lasciare il collegio e rinunciare al nome degli Andrew in nome della libertà personale.

    51° episodio: La lunga strada per il porto

    La fuga dal collegio viene scoperta troppo tardi. Gli amici di Candy vanno alla sua ricerca invano. La ragazza ha trovato amici nel vecchio Arnold e in una ristoratrice che la ospita in cambio di una giornata di lavoro. Infine riprende il viaggio verso Southampton.

    52° episodio: La famiglia Carson

    Per sfuggire dalle grinfie di un malvagio venditore di bambini, Candy si imbatte in un burbero contadino che le impone di abbandonare la casa alla quale giunge nascosta nel fieno del suo carro. Solo l'aiuto dei figli riuscirà a rendere meno ostile la permanenza della ragazza presso di loro.

    53° episodio: Alba al monte Rodney

    La piccola Susy ha preso il morbillo, ma il medico si rifiuta di visitarla perché è stato già maltrattato dal signor Carson in occasione della morte della moglie. Così, armata di buona volontà e di altruismo, Candy decide di curarla con i mezzi che ricorda dalla Casa di Pony. Ma una volta guarita, per evitare di far soffrire i piccoli fratelli della bimba, Candy lascia la famiglia e si rimette in cammino per il porto dove si imbarcherà.

    54° episodio: Al porto di Southampton

    Arrivata al Porto, Candy si mette alla ricerca del signor Juskin, amico di vecchia data del signor Carson. Il rozzo comandante di un vascello malridotto, si sforza di aiutarla ad imbarcarsi, ma l'unica soluzione che trova per la ragazza, priva di denaro per pagare il viaggio, è inserirla clandestinamente in una cassa della nave Sea Gull, utilizzata per il trasporto di merci.

    55° episodio: I due clandestini

    La clandestinità di Candy e quella dell'amico Kuky resistono ben poco. Il personale di bordo viene a sapere quasi per caso della loro presenza e il Comandante decide di farli rientrare in Inghilterra. Candy spera in un evento provvidenziale il mattino successivo.

    56° episodio: La tempesta

    Mentre stanno per essere trasferiti su una nave che viaggia nella direzione opposta, Candy e Kuky devono rientrare per l'allarme tempesta che costringe il Comandante ad allertare tutto l'equipaggio. Alla fine della tempesta Candy, che si è resa utile medicando i marinai feriti rivede l'America all'orizzonte.

    57° episodio: Sandra

    Candy sbarca in America e qui fa la conoscenza di Sandra, la figlia de Comandante della nave. La ragazza si dimostra ostile e aggressiva verso i due clandestini che hanno catturato l'attenzione del padre. Solo Candy riesce ad avvicinare due persone che la lontananza ha impedito di dimostrarsi reciprocamente affetto.

    58° episodio: Candy torna alla Casa di Pony

    Candy finisce la sua lunga attesa e arriva alla Casa di Pony dove Jimmy l'avvisa che è passato Terence per vedere i luoghi che lei gli ha descritto. L'unico rammarico che rimane vivo è di essere arrivata tardi e non sapere dove lui sia.

    59° episodio: Un'insegnante...poco severa

    Incaricata di tenere i bambini dell'orfanotrofio per una mattinata, Candy decide di far partecipare ai giochi anche Desy, bambina emofiliaca. Arrampicandosi sull'albero con gli altri la piccola rischia di aggravare la sua condizione. Fortunatamente il medico garantisce la salvezza della piccola, ma Desy ha assaporato la gioia della fiduca in se stessa.

    60° episodio: Jimmy se ne va

    Il signor Cart Right cerca l'adozione di un bambino. Anni prima Candy aveva rifiutato di vivere con lui per restare nella sua Casa di Pony, ora tocca a Jimmy prendere una decisione. Dopo i primi tentennamenti il ragazzo decide di occuparsi dell'uomo che considera un vero padre.

    61° episodio: La grande decisione

    Su invito del dottor Lenar, medico del villaggio, Candy passa la giornata ad assisterlo come infermiera. Il medico è entusiasta del suo operato e la ragazza decide di intraprendere la carriera di infermiera. Miss Pony le trova una scuola dove imparare e formarsi: la Merry Jane.

    62° episodio: Verso una nuova vita

    Arriva la tanto sospirata risposta della scuola Merry Jane: Candy può partire per la nuova bita che l'attende; stavolta dovrà rinunciare anche al piccolo Clean, il procione che le ha tenuto compagnia ovunque andasse.

    63° episodio: Uno strano esame

    La direttrice della scuola si finge un'anziana passante per mettere alla prova le qualità umane di Candy. L'esame sembra curioso ma è efficace e la ragazza lo supera brillantemente. La collega Flanny le si dimostra piuttosto fredda ed imperturbabile, ma le offre la sua disponibilità alla scuola.

    64° episodio: Un'infermiera sbadatella

    I primi giorni di scuola sono impegnativi, Candy ha a che fare con persone molto diverse da lei. Deve imparare molto e velocemente e deve conoscere il carattere dei pazienti per assicurare una cura adatta.

    65° episodio: Un'allegra infermiera

    Nonostante le prime difficoltà, Candy riesce a farsi benvolere anche dai pazienti più irritanti ed esigenti. L'occasione che attendeva però le si presenta quando viene a sapere che all'ospedale tra i pazienti c'è il suo zio William. Così riesce a farsi trasferire nel reparto dove viene curato il suo benefattore.

    66° episodio: Lo zio William

    Il paziente ricoverato all'Ospedale Saint Joseph non è William Andrew ma William Mc Gregor. L'impatto con il paziente è disastroso: Candy ci litiga perché l'uomo odia gli Andrew. Così viene sollevata dall'incarico, ma poco dopo è proprio il paziente a richiederne l'assistenza, con sorpresa della direttrice e del dottor Frank.

    67° episodio: Chi è Mina?

    Il signor Mc Gregor rischia di morire. Candy si accorge che egli invoca una Mina e si preoccupa di reperirla per trovare una speranza di guarigione. La direttrice intuisce che la sua è una strategia corretta e l'autorizza a cercare questa misteriosa Mina: il cane del paziente.

    68° episodio: Quando i fiori appassiscono

    La lunga ricerca di Candy finisce: il cane del signor Mc Gregor riesce a risvegliare il suo padrone, ma la gioia di averlo portato dura molto poco. Dopo aver promesso di prenderla come segretaria, l'anziano paziente si spegne, con la sua infermiera preferita che ne piange la scomparsa.

    69° episodio: Ricordo di una rosa

    Con la morte del signor Mc Gregor, Candy riceve il permesso per una vacanza alla Casa di Pony. Con sé decide di portare anche Mina ormai rimasta orfana del suo amato padrone.

    70° episodio: Il segreto di Tom

    Miss Pony riceve l'invito del padre di Tom al fidanzamento del ragazzo. Il problema è che Tom non vuole la piccola Diana perché troppo piccola. Dietro il piano del padre, si nasconde il suo precario stato di salute. Candy convince l'uomo a farsi visitare.

    71° episodio: Un marinaio in collina

    Nel tentativo di fuggire ai suoi colleghi marinai, Kuky si rifugia alla Casa di Pony e racconta di essere maltrattato dai marinai. In realtà la sua condotta è scorretta, perché mette in pericolo gli altri uomini. Così Candy dovrà conviencere l'amico ad affrontare le difficoltà della vita in nave.

    72° episodio: Un paziente speciale

    Tornata al lavoro in ospedale, Candy si imbatte in una bambina prodigio che ha forti dolori addominali. La causa è il fare troppo oppressivo della madre che si ostina a imporle lezioni di piano senza che la figlia possa scegliere il meglio che sente. Candy arriva alla soluzione prima del medico.

    73° episodio: Scoppia la guerra

    Mentre lavora in ospedale, Candy apprende che in Europa è scoppiata la guerra che potrebbe coinvolgere anche gli Stati Uniti. In vista di tale eventualità, la direttrice decide di trasferire una parte del personale a Chicago, dove ha sede la scuola che prepara gli infermieri agli interventi chirurgici. Candy nel frattempo legge che Terence è a Broadway, diventato una stella del teatro.

    74° episodio: Una grande città: Chicago

    Dal Sanit-Joseph le cinque allieve si trasferiscono al Santa Joanna a Chicago. Il lavoro inizia immediatamente e si preannuncia faticoso.

    75° episodio: A casa Andrew

    Libere per qualche ora, le cinque allieve si concedono un giro per la nuova città. Candy rivede i suoi amici dopo mesi di lontananza ma le sue colleghe la lasciano dopo aver saputo che è adottata da una famiglia facoltosa e che la sua scelta potrebbe essere un capriccio.

    76° episodio: La piccola casa sull'albero

    CAndy ed Annie devono fare i conti con la perfidia dei Legan che le vorrebbero fuori dalla tenuta della famiglia. Per ovviare alla situazione decidono di passare nella piccola casa sull'albero la notte.

    77° episodio: Michael

    Iriza, pur di raggiungere i suoi obiettivi, indice un ricevimento per salutare i suoi amici. Per l'occasione, Neal chiude Candy nella stanza in cima alla torre della tenuta. Solo Michael, un medico militare ospite, corre incontro alla ragazza per aiutarla a scendere dalla prigione nella quale è chiusa.

    78° episodio: L'armonica di Terence

    Al lavoro Candy si ritrova le colleghe contrariate per aver passato le vacanze fuori dall'ospedale. In più sa anche che Terence si esibirà a Chicago che però non potrà vedere, perché avrò il turno di notte. Solo l'amica Nathalie le risolve l'inconveniente, sostituendola.

    79° episodio: Dietro i riflettori

    Candy riesca ad entrare in teatro grazie all'intervento di Stear e Arcy, ma non può vedere l'intero spettacolo per l'intervento di Iriza. Nemmeno all'uscita dell'attore le riesce di incrociarlo: tuttavia un fazzoletto lascia la traccia della presenza di Candy in città e Terence va a cercarla.

    80° episodio: Un breve incontro

    La smania di incontrarsi induce l'uno ad andare incontro all'altra, ma così facendo Candy non riesce a vedere il ragazzo, in partenza da Chicago. Un treno porta lontano Terence, che può solo salutare la ragazza che rincorre il treno in viaggio.

    81° episodio: Un incidente

    In ospedale arriva un giovane che si spaccia per Terence. In realtà è solo l'amico Charlie in fuga dalla polizia dopo essere fuggito di prigione. Iriza, accorsa per curare l'uomo che cerca, si accorge dell'inganno e denuncia il giovane. Lui torna in carcere, a lei vengono chieste le dimissioni, per evitare dicerie sulla fama del personale ospedaliero. Candy rifiuta.

    82° episodio: Charlie

    Iriza presenta a Candy la fattura per l'assistenza ospedaliera al falso Terence. Pur di non vederla recapitare alla Casa di Pony, Candy cerca il denaro necessario. Charlie viene trasferito e il denaro necessario arriva da Terence che lo spedisce in assegno.

    83° episodio: Un fantasma gioca a carte

    Una visita notturna scuote la nottata di Candy. E' Tony, un ragazzo che gioca a carte e vince guadagnando qualcosa per la madre malata. Il ragazzo ha lo stesso nome di un bambino deceduto poco tempo prima per polmonite e per questo la sua presenza apparentemente misteriosa sembra avvolta dal buio più totale. Candy riesce a far curare la mamma del piccolo giocatore.

    84° episodio: Una partenza improvvisa

    Un'infermiera dovrà partire per l'Europa dove in Francia servono persone che soccorrano i militari feriti. Flanny anticipa sul tempo Candy che era pronta a rinunciare a tutti gli amici per la sua missione. Flanny confessa di aver una famiglia difficile alle spalle, questo l'ha resa molto fredda e indifferente ai rapporti umani.

    85° episodio: La famiglia Hamilton

    Dopo la partenza della collega e amica Lanny, Candy è incuriosita dalla famiglia della ragazza. Gli Hamilton sono divisi dalla povertà e dall'alcool. Candy cerca di riconciliarli, la madre sembra comprenderne lo spirito generoso.

    86° episodio: Albert ha perso la memoria

    Direttamente dall'Italia viene portato Albert, sopravvisuto per miracolo ad terribile incidente ferroviario. Candy se ne accorge e fa il possibile per stargli vicino. Intanto anche Patty è arrivata con gli altri amici per salutare la sua amica dopo aver lasciato la Royal Saint-Paul School.

    87° episodio: Gli esami

    In teatro e in ospedale si tengono esami. Terence affronta la selezione a New York per diventare Romeo, Candy ha la prova per diplomarsi e assistere Albert.

    88° episodio: Un'infermiera diplomata

    Sia Candy che Terence superano la loro prova. Potrà così occuparsi di Albert tutto il giorno; il regalo di Stear per il titolo raggiunto è un volo su un aereo artigianale.

    89° episodio: La scomparsa di Albert

    Tornata all'Ospedale, Candy scopre che Albert è sparito per non creare difficoltà a nessuno. Candy non accetta la fuga e lo ritrova convincendolo a tornare indietro.

    90° episodio: Una casa a Chicago

    Candy trova una casa dove abitare, con Albert ed aiutarlo a riacquistare la memoria. Purtroppo il direttore non accetta di avere nel personale una ragazza che convive con un uomo e la deve licenziare.

    91° episodio: Due cuori lontani

    Le colleghe di Ospedale, saputo che Candy ha perso il posto per aiutare un malato, si schierano per farla licenziare e il direttore dell'Ospedale torna sulle sue decisioni. Intanto, a New York, Susanna, collega di Terence sul palcoscenico, confessa il suo amore per lui.

    92° episodio: La decisione di Stear

    Con grande stupore degli amici, Stear decide di arruolarsi per salvaguardare la pace nel suo Paese. Patty si oppone alla partenza del ragazzo cui è affezionato. Intanto Albert comincia a ricordare il suo incidente.

    93° episodio: Nonna Marta

    La nonna di Patty, Marta, propone di fissare un incontro per far incontrare Candy e Terence. Manda così Patty a New York per parlarne a Terence. Intanto la nonna accusa un malore per i troppi lavori cui si sottopone. Patty torna indietro, e l'incontro tra i due è rinviato.

    94° episodio: Un viaggio movimentato

    Su invito del direttore dell'Ospedale, Candy può andare a New York per assistere allo spettacolo di Terence. Con l'occasione Candy andrà in Florida per consegnare alcuni documenti ad un collega. Il piccolo Gilbert le viene affidato per farlo arrivare a destinazione, ma il ragazzo le sottrae i documenti per vecchi rancori contro il dottor Leonard. Intanto Carrie,una bimba di prima classe, soffre per una peritonite e Candy assiste il medico che deve salvarla.

    95° episodio: La Florida

    In Florida Candy ha la sorpresa di trovarsi dal medico amico del dottor Leonard in compagnia di Karin, rivale di Susanna. L'attrice la trattiene per sottrarre pubblico alla rivale e non le consente di partire. Intanto a New York un incidente costringe Susanna ad un infortunio per salvare Terence; al suo posto viene chiamata proprio Karin.

    96° episodio: Preparativi

    Candy può rientrare a Chicago e da lì ripartire per New York, dove assisterà allo spettacolo che aspetta da tempo. Intanto si concede una passeggiata in città con i suoi amici.

    97° episodio: New York

    Arrivata a New York, Candy ritrova Terence, il quale però è combattuto tra il senso di colpa per Susanna e l'affetto per Candy.

    98° episodio: La sera della prima

    Candy viene a sapere dell'incidente occorso a Susanna e comprende il motivo della tristezza di Terence. Così decide di parlare con lei per chiarire ogni equivoco.

    99° episodio: Separazione

    Giunta in Ospedale, Candy scopre che la ragazza che cerca non è più in camera. Ha lasciato un biglietto per la madre, comunicando la sua intenzione di concludere la sua vita di sofferenza. Candy le impedisce il suicidio, ma decide di rinunciare all'uomo che ama per fare felice Susanna che si è sacrificata per lui.

    100° episodio: Ritorno a casa

    Nel rientrare a casa Candy ha un malore in treno e viene portata alla tenuta degli Andrew. Da lì viene scacciata dalla zia Elroy ancora febbricitante. I suoi amici le danno la triste notizia della partenza di Stear per l'Europa, come volontario e la riportano da Albert, il quale nel prendersi cura di lei subisce un incidente automobilistico.

    101° episodio: Una traccia di memoria

    Albert è stato portato dal dottor Martin, il quale gli porta le prime cure. Al risveglio sembra ricordarsi di qualcosa, ma i tempi possono allungarsi molto. Intanto a Candy viene proposto di lavorare in un campo mobile vicino alla ferrovia in costruzione: la ragazza accetta per dimenticare le sofferenze appena subite.

    102° episodio: Una croce sulla collina di Pony

    Nel recarsi al nuovo lavoro, Candy incrocia Tom. Il ragazzo, ormai adulto, la avvisa della cattiva salute di Miss Pony e la ragazza si precipita alla Casa di Pony. Qui apprende che la croce affisa sulla collina è uno scherzo di un bambino ribelle dell'orfanotrofio, Bobby e che Miss Pony gode di ottima salute. Poi, a fine giornata, decide di ripartire per la ferrovia.

    103° episodio: Un viaggio pericoloso

    I bambini dell'orfanotrofio sono contrari alla partenza per Greytown, ma Candy deve adempiere ai suoi compiti. Così può iniziare il lungo viaggio verso la ferrovia. Tra macigni e strettoie arriva a destinazione e già il primo caso critico la mette a dura prova. Solo il medico, la dottoressa Kelly, le può dare protezione.

    104° episodio: Grey Town

    La dottoressa Kelly si rivela molto più umana rispetto alle apparenze. Così le fa preparare la stessa cena che spetta al medico e le confida ciò che accadde a suo fratello ricercato. Candy dimostra un'abilità e una scaltrezza che colpisce subito la dottoressa. Alla notizia che il fratello ricercato si trova proprio a Chicago, la dottoressa si allontana dal paese e Candy rimane da sola.

    105° episodio: Arthur

    Le difficoltà con il personale della ferrovia in costruzione sono quotidiane. Per fortuna il fratello della dottoressa arriva al momento giusto per togliere la ragazza dai guai con loro. Intanto Iriza scopre che Candy nasconde il fratello della dottoressa e lo denuncia.

    106° episodio: Margot

    Lo sceriffo si mette sulle tracce di Arthur ma non lo trova per l'intervento dei minatori, che lo aiutano a fuggire. Intanto viene portata in città la cuoca Margot che anni prima per un incidente uccise il marito ubriaco.

    107° episodio: Due bravi cuochi

    In assenza della signora Margot le due cuoche diventano Belle e Candy. Ma la sorpresa arriva in treno: Annie e Arcy si offrono per dare un aiuto in cucina, visto che Candy deve occuparsi di Belle che nel frattempo scappa per la città..

    108° episodio: Il telegramma

    Un telegramma chiede che vengano riportati indietro Annie ed Arcy, appartenenti a due famiglie nobili. Intanto Candy deve essere trasferita in Alaska per ordine dei superiori. Arcy fa il possibile per evitarlo, dietro ogni piano c'è la perfida Iriza. Intanto la galleria è aperta, Candy può ritornare all'Ospedale.

    109° episodio: Le lacrime di un piccolo cow boy

    Alla Casa di Pony, dove Candy passa prima di tornare a Chicago, Jimmy ha deciso di arruolarsi, per dimostrare il suo coraggio. Solo Candy trova i mezzi per convincerlo a rinunciare ai suoi desideri.

    110° episodio: Neal

    Inaspettatamente Neal chiede a Candy di uscire con lui, ma Candy si rifiuta. La sorella, Iriza, per evitare che il fratello crei uno scandalo per il suo interessamento, convince la madre a far licenziare Candy. Il dottor Leonard è costretto ad obbedire.

    111° episodio: Albert riacquista la memoria

    Nonostante il licenziamento, Candy non perde le speranze di lavorare. Il dottor Martin la prende con sé nella Clinica della Felicità. Intanto Albert comincia a ricordare tutto. Poi un evento inatteso: qualcuno l'avvisa che Terence la sta aspettando.

    112° episodio: Il tranello

    Al posto di Terence si trova Neal. Il ragazzo tenta di estorcerle inutilmente una confessione d'amore nei suoi confronti. Fuggita dalla villa, Candy viene salvata da Albert. A sorpresa Candy scopre che il lavoro di cui Albert parla non esiste; Albert nel frattempo trova Terence ubriaco e lo aiuta a trovare se stesso.

    113° episodio: Stear

    Mentre Albert lascia la casa di Candy, Patty riceve una lettera di Stear nella quale comunica la morte del suo migliore amico. Poco dopo lo stesso Stear muore in un combattimento aereo e Patty si trasferisce in Florida, con la nonna Marta.

    114° episodio: Matrimonio a sorpresa

    Il piano di Iriza è di far sposare il fratello con Candy, in modo da ereditarne le fortune una volta che il signor William sarà scomparso. Candy vuole arrivare alla verità parlando con lo zio William.

    115° episodio: La verità

    Nel salone della tenuta di Lakewood Candy scopre che lo zio William è proprio Albert che fin da piccolo ha amato gli animali ma che ha dovuto celare la sua vera identità perché troppo piccolo per gestire l'intero patrimonio familiare. Si scopre anche che è lui il famoso principe della collina, che Candy vide a cinque anni e non ha dimenticato. Terence lascerà Susanna e tornerà da lei. Annie sposa Arcy. Tutti si riuniscono sulla collina di Pony.

    Attenzione: Il finale del fumetto si distanzia da quello televisivo: Albert e Candy decidono di vivere insieme, Terence non lascia Susanna.


    Rivediamoli insieme

    Una serie tanto ricca di episodi significativi sfida qualunque appassionato a selezionarne per scegliere i migliori. Forse questi, più di altri meritano di essere rivissuti.

    Il mio Anthony: Anthony muore


    Dentro la scena

    La scena ha contenuti drammatici:

  • I colori scelti per sottolineare il momento sono centrati. La loro intensità colpisce chiunque.
  • Da questo momento la serie subisce una svolta, la protagonista vive un trauma e lo spettatore l'accompagna.

    Separazione


    Dentro la scena

    Questo frammento fece piangere milioni di adolescenti, scatenò la fantasia degli editori dell'epoca. Ne uscirono riviste, album fotografici, discussioni ovunque.
    Mostrarla è sembrato opportuno: i più sentimentali preparino il fazzoletto, ce ne sarà bisogno..

    La verità


    Dentro la scena

  • Chi ha perso il finale della serie, all'epoca, può rivederlo. La serie non è stata più replicata anche per la vicenda dei diritti d'autore collegati.


    Bello ma impossibile

    Nessun potere magico, nessun elemento fantastico né fantascientifico. Non dobbiamo accettare alcun dato impossibile. Queste sono le principali inverosimiglinaze della serie:

  • Candy acrobata: arrampicarsi sugli alberi va bene, per una bambina cresciuta in un ambiente aperto e naturale come il suo, ma un triplo salto mortale con chiusura perfetta è da atleti olimpici. Anzi, sono gli atleti olimpici a dover andare a lezione dall'orfanella bionda.
  • Tag il cuoco: a casa Legan, Candy entra nella cucina per conoscere i suoi nuovi amici. Nessuno le presenta il cuoco, ma lei lo chiama già Tag, quasi l'avesse visto prima.
  • L'auto di Stear: l'inventore di casa Andrew riesce ad inventare un'autovettura che lascia un po' a desiderare. Riesce persino a correre quando nessuno la pilota..
  • Candy paracadutista: il volo della ragazza neodiplomata non si conclude bene, ma senza alcun corso di preparazione riesce persino a gettarsi dall'aereo rudimentale..
  • Albert Superman: lo zio William poverino perde la memoria dopo un disastro ferroviario. Gettandosi dal treno in corsa, su intuizione della puzzola sua inseparabile amica, egli si ritrova a terra come se avesse disceso un gradino delle scale di casa. Per una caduta simile il giovane Charlie esce sfigurato e viene ricoverato in ospedale.
  • L'età di Miss Pony e Suor Maria: entrambe vedono in culla Candy, ma passati quindici anni da allora sono identiche. Beate loro..