GENTLE ON MY MIND
(di John Hartford)

  • Anno: 1967
  • Altri titoli: -
  • Interpreti: Glen Campbell

  • HitParade: -
  • Chart annuale: -

  • Altri interpreti: Dean Martin - John Hartford - Aretha Franklin - Tammy Wynette - Jack Green
  • Canzone scritta dal geniale autore/interprete/ricercatore/storico/pluristrumentista John Hartford, purtroppo scomparso troppo presto, che lo incise per la prima volta in versione semi folk per l'etichetta RCA. Il brano effettivamente presenta caratteristiche pi vicine al folk che al country pop vero e proprio: ha un andamento sinuoso e rotatorio, le strofe che si avvitano su s stesse, con effetti vagamente ipnotici. Le parole sono altamente poetiche, quasi dannunziane. La struttura musicale ricorda da vicino quella di altre canzoni di successo, precedenti o successive, quali Elusive Butterfly (Bob Lind), I Take a Lot of Pride in What I am (Merle Haggard), Snowbird (Anne Murray). In America il brano arriv nella classifica settimanale in due riprese, nel 1967 e nel 1968, con un discreto N 30 country e un N 39 pop.

    Glen Campbell la esegue con convinzione e sentimento; l'enorme orchestra sottolinea con variazioni continue la linea melodica del brano (quattro stanze eguali), senza farlo precipitare nella monotonia; certo, il disco molto lontano dalla secchezza dell'interpretazione del suo compositore, ma lo stile di Glen era quello. Ricordiamo che le malelingue solevano dire che il cantante era il pi amato dalle massaie quarantenni un po' frustrate, la stessa diceria stata ripetuta, anni dopo, per Julio Iglesias: corsi e ricorsi storici.

    La versione di Dean Martin non presenta sostanziali differenze: l'arrangiamento pi swingato e Dino esegue il pezzo con il suo consueto stile a met strada tra il crooner di Las Vegas e l'ubriacone di Nashville. Non si possono contare le innumerevoli altre incisioni di Gentle on My Mind: qualche nome a caso: Tammy Wynette, Jack Greene, Aretha Franklin, la migliore del mazzo.

    (Giovanni Villata)