QUANTE VOLTE
(di Miamartini - S.Shapiro)

  • Anno: 1982
  • Altri titoli:
  • Interpreti: Mia Martini

  • HitParade: -
  • Chart annuale: -

  • Altri interpreti: -
  • Dopo l'enorme impressione fatta a Sanremo quando si presenta con il brano di Fossati E non finisce mica il cielo, ecco il ritorno di Mia Martini: arrangiamenti moderni e grandi collaboratori per l'album Quante volte... ho contato le stelle.
    A parte Shel Shapiro, che oltre a scrivere il brano trainante Quante volte, anche il produttore dell'intero lavoro, troviamo Mogol, Gianni Bella, Ivano Fossati, Riccardo Cocciante e Maurizio Piccoli. Anche un brano di Mimmo Cavallo, che a quel tempo era la grande promessa della musica del sud. Il disco, indubbiamente interessante, arriva dopo 3 anni di silenzio artistico se si esclude il Festival.

    Nella scrittura e nell'arrangiamento di Quante volte si percepisce la mano felice di Shel, ex leader dei Rokes che dopo lo scioglimento del suo gruppo regala come autore una serie di successi a Ornella Vanoni, Gianni Morandi, Mina, tanto per fare qualche nome. Il testo, intenso e vagamente autobiografico, invece della stessa Mia Martini.

    Il 45 giri e l'album non ottengono il successo sperato, nonostante la promozione fatta in TV attraverso uno special dal titolo Lady Musica, e la successiva partecipazione alla gara televisiva Premiatissima, con cui la Fininvest osa sfidare il Fantastico sabato sera targato RAI.

    Tra gli altri brani del 33 giri troviamo Bambolina, bambolina che anche facciata B del singolo, e Stelle, che tratta della solitudine del dopo concerto, di chi canta una sola stagione e del mondo dello spettacolo pi marcio che dorato. Mim se l' scritta tutta da s, e si sente.

    (Christian Calabrese)