THAT'S WHAT FRIENDS ARE FOR
(di B.Bacharach - C.Bayer Sager)

  • Anno: 1985
  • Altri titoli: -
  • Interpreti: Dionne Warwick con Elton John, Stevie Wonder e Gladys Knight

  • HitParade: #5, Gennaio 1986
  • Chart annuale: Top100

  • Altri interpreti: -
  • "Continua a sorridere, continua a risplendere, stai certo che puoi sempre contare su di me, Ŕ per questo che esistono gli amici, per i tempi buoni e per quelli cattivi. Un giorno sei arrivato e hai aperto i miei orizzonti, adesso ci sono molte pi¨ cose che io capisco".

    E' arrivato l'AIDS, malattia maledetta per definizione. Un personaggio istituzionale del vecchio star system come Liz Taylor ha aperto una campagna di solidarietÓ, tra le altre cose ha chiesto una mano a Dionne Warwick. Dionne a sua volta ha chiesto una mano a Stevie Wonder, Elton John, e Gladys Knight ed insieme hanno dato voce a "That's what friends are for" (ecco a cosa servono gli amici), una bellissima canzone a favore delle ricerche sull'AIDS.

    In questo brano niente pietÓ ma solo un incoraggiamento a continuare a vivere e a risplendere. La canzone apre l'album di Dionne Warwick intitolato "Friends". La diva del soul anni '70 ha tra l'altro cantato questa canzone qualche anno fa alla trasmissione televisiva condotta da Lorella Cuccarini "Trenta ore per la vita" ed al posto di Elton John e Stenie Wonder c'erano due cantanti nostrani, Nek ed Umberto Tozzi, che non hanno sfigurato.

    Nel giugno del '99, a conferma della sua presenza per scopi umanitari e di grande prestigio, Dionne era presente all'anteprima dell'inizio ufficiale del Giubileo nell'aula Paolo VI in Vaticano.

    CuriositÓ: forse non tutti sanno che Dionne Warwick frequenta spesso maghi, chiromanti e astrologi dei quali si fida moltissimo; peccato per˛ che l'anno scorso nessuno le aveva predetto che sarebbe stato vittima di un furto: 53.000 dollari e oggetti di proprietÓ rubati nella sua abitazione di Rio De Janeiro, dopo aver legato e imbavagliato il fratello della cantante e la governante.

    (Mariangela)